Studio Ingegneria Maggi studio di progettazione integrata ed ottimizzata | INDAGINE ENDOSCOPICA
16258
single,single-post,postid-16258,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

INDAGINE ENDOSCOPICA

prova-endoscopica

02 Gen INDAGINE ENDOSCOPICA

La prova endoscopica è generalmente utilizzata per il riconoscimento geometrico di quelle porzioni di struttura non ispezionabili direttamente. L’indagine è sostanzialmente non invasiva richiedendo solo l’esecuzione di una perforazione di pochi millimetri.

L’endoscopio si presta assai validamente per riconoscere la costituzione, nell’ambito dello spessore, di strutture non monolitiche/omogenee, fornendo informazioni circa la dimensione dei vari strati che la compongono; di fianco al riconoscimento geometrico si aggiunge la possibilità di trarre informazioni qualitative circa l’elemento strutturale attraversato, come nel caso in cui viene sottoposto ad indagine una struttura muraria a doppio paramento.

Di norma è necessario eseguire dei piccoli fori sulla struttura muraria da esaminare, aventi un diametro di 20 mm o minore, e la profondità  voluta.

Tali fori vengono eseguiti con un trapano rotante e ripuliti dalla polvere tramite aspirapolvere o getto d’acqua. Eseguito il foro, bisogna inserire la sonda ed ispezionarlo visivamente in diverse posizioni angolari e, in corrispondenza degli elementi significativi individuati, effettuare il rilievo fotografico.

Strumenti utilizzati:

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.