Studio Ingegneria Maggi studio di progettazione integrata ed ottimizzata | PROVA CON MARTINETTO PIATTO
16256
single,single-post,postid-16256,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

PROVA CON MARTINETTO PIATTO

dscn5219

02 Gen PROVA CON MARTINETTO PIATTO

La prova può essere eseguita o con singolo martinetto piatto o con doppio martinetto piatto. La prova consiste nell’inserire nello spessore della muratura, preventivamente oggetto di tagli con sega apposita, dei martinetti piatti sottili che poi riempiti di olio consentono di mettere in pressione l’elemento da indagare.

La prova con martinetto piatto singolo consente di valutare lo stato tensionale dell’elemento analizzato, attraverso la contemporanea misura delle deformazioni e dalla pressione esercitata dai martinetti piatti.

La prova con martinetto piatto doppio consente, attraverso la contemporanea misura delle deformazioni e delle pressioni esercitate dai martinetti piatti, di determinare il valore del modulo di deformabilità per diversi livelli di sollecitazione. Il carico applicato alla muratura dei due martinetti piatti può essere progressivamente incrementato sino al manifestarsi delle prime lesioni in modo da determinare la resistenza a compressione.

Strumenti utilizzati:

 

1Comment
  • c3j8vb5w4dxctv36cxct5x4wd
    Posted at 11:43h, 11 agosto

    Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a few unrelated data, nonetheless actually worth taking a search, whoa did one master about Mid East has got a lot more problerms too […]