Studio Ingegneria Maggi studio di progettazione integrata ed ottimizzata | PROVA PULL-OUT
16265
single,single-post,postid-16265,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

PROVA PULL-OUT

dscn4493

02 Gen PROVA PULL-OUT

La prova di estrazione, di tipo semidistruttivo o localmente distruttivo in quanto apporta lievi danni superficiali alla struttura in c.a., consiste nell’estrarre un particolare tassello metallico ad espansione geometrica di dimensioni standard posizionato nel calcestruzzo  indurito previa foratura. Gli inserti hanno una profondità non inferiore a 35 mm.

L’espansione laterale forzata deve essere provocata mediante apposita strumentazione e deve essere uniforme sulla superficie laterale del foro nel calcestruzzo.

Il numero minimo dei tasselli deve essere di almeno tre per ogni punto di prova,  mentre i punti di prova devono essere distanziati di almeno 5 volte la profondità dell’inserto.

Una volta effettuato il foro, è necessario eseguire la pulizia dello stesso e l’inserimento dell’ancorante in acciaio, dopodiché si effettua l’estrazione del tassello e la lettura al manometro della pressione di estrazione; nota la pressione di estrazione, mediante opportuna curva sperimentale, si stima la resistenza a compressione del calcestruzzo, che viene poi calibrata mediante coefficienti correttivi ottenuti da prove distruttive a compressione su carote.

Strumenti utilizzati:

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.