Studio Ingegneria Maggi studio di progettazione integrata ed ottimizzata | Quanto durerà il terremoto? Ce lo dice la crosta terrestre
17222
single,single-post,postid-17222,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Quanto durerà il terremoto? Ce lo dice la crosta terrestre

Quanto_durerà_il_terremoto

14 Dic Quanto durerà il terremoto? Ce lo dice la crosta terrestre

Le sequenze sismiche in aree estensionali mediamente hanno una magnitudo più bassa, ma durano di più rispetto a quelle in ambienti compressivi. A dimostrarlo, uno studio condotto da Sapienza Università di Roma, Ingv e Cnr che spiega anche l’imponente e persistente corteo di repliche dell’Appennino, 80.000 in 15 mesi. Il lavoro è stato pubblicato su Scientific Reports

Quanto durerà il terremoto? È una delle domande a cui i ricercatori spesso si trovano a dover far fronte all’inizio di ogni sequenza sismica. Una nuova analisi di repliche (aftershock) dei terremoti ha permesso di dimostrare che gli ambienti estensionali hanno periodi più lunghi e numero di repliche maggiori rispetto agli ambienti compressivi. Lo studio, Longer aftershocks duration in extensional tectonic settings, condotto da un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), dell’Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irea), e Sapienza Università di Roma, è stato pubblicato su Scientific Reports, https://www.nature.com/articles/s41598-017-14550-2.

“La ricerca”, spiega Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv e professore della Sapienza Università di Roma, “dimostra che nelle zone dove la terra si dilata le sequenze sismiche, nonostante abbiano magnitudo mediamente più basse rispetto agli ambienti compressivi, durano più a lungo, poiché il volume crostale si muove a favore della forza di gravità. Le sequenze quindi terminano solamente quando il volume collassato trova un suo nuovo equilibrio gravitazionale”.

Viceversa, negli ambienti compressivi, il volume si deve muovere contro la forza di gravità e quindi l’energia in grado di continuare a sollevare il tetto delle faglie si esaurisce più rapidamente.

“Da un’analisi comparativa di dieci sequenze sismiche”, afferma Pietro Tizzani, ricercatore Cnr-Irea, “di cui cinque inserite in un contesto tettonico estensionale e cinque in uno compressivo, è stato possibile dimostrare che, a prescindere dalla magnitudo dell’evento sismico considerato, i terremoti estensionali durano di più rispetto a quelli che si sviluppano in un ambiente compressivo”.

Lo studio spiega perché i terremoti dell’Appennino, che sono in buona parte di tipo estensionale, sono seguiti da un corteo di repliche così imponente e persistente nel tempo. Ad esempio, sono passati 15 mesi dall’inizio della sequenza sismica di Amatrice-Norcia e vi sono state circa 80.000 repliche. Questa chiave di lettura della sismicità può avere significative applicazioni nella gestione dell’emergenza post-evento, poiché in funzione del tipo di ambiente tettonico si può avere già una stima approssimativa della durata degli aftershock. Inoltre, conferma che l’energia accumulata nei secoli che precedono la rottura cosismica è diversa a seconda dell’ambiente tettonico, cioè principalmente gravitazionale per quelli estensionali ed elastica per quelli compressivi.

“La comprensione dei diversi meccanismi e relative fenomenologie associate ai vari ambienti geodinamici”, conclude Doglioni, “può portare a una più approfondita e utile classificazione dei terremoti, passo indispensabile per arrivare a comprenderne natura ed evoluzione temporale”.

In figura:  (a): Modello geologico del possibile ciclo sismico (ossia periodi inter-sismici e cosismici), associato a una faglia normale (sequenza estensionale). (b) Modello geologico del ciclo sismico (ossia periodi inter-sismici e cosismici), associato a una faglia inversa (sequenza compressiva). In entrambi i modelli è stata assunta una velocità di deformazione costante nella crosta inferiore all’interfaccia duttile/fragile. Le sequenze tettoniche estensionali sono caratterizzate da una durata più lunga delle repliche, in quanto il sistema si muove a favore della gravità e, in questo caso, il volume di crosta interessato dalla fratturazione cosismica collassa fino a raggiungere un nuovo equilibrio gravitazionale.

FONTE: www.ingv.it

11 Comments
  • c3q4r43rq3r4qr34e
    Posted at 16:06h, 08 agosto

    Title

    […]just beneath, are quite a few completely not connected web-sites to ours, however, they’re surely really worth going over[…]

  • taxis brighton
    Posted at 15:55h, 11 agosto

    Title

    […]always a large fan of linking to bloggers that I really like but really don’t get quite a bit of link love from[…]

  • c4nwv57475w7s48cm477
    Posted at 02:38h, 15 agosto

    Title

    […]we like to honor lots of other internet websites around the net, even when they aren’t linked to us, by linking to them. Beneath are some webpages really worth checking out[…]

  • cq4r4r4axsrraearexr
    Posted at 08:17h, 16 agosto

    Title

    […]Every as soon as in a although we select blogs that we study. Listed beneath would be the latest internet sites that we choose […]

  • cq4r4r4axsrraearexr
    Posted at 22:58h, 18 agosto

    Title

    […]Here are some of the web sites we advise for our visitors[…]

  • Kids Large Wall Tapestry
    Posted at 19:20h, 30 agosto

    Title

    […]here are some hyperlinks to web sites that we link to for the reason that we assume they are worth visiting[…]

  • cxqw234xracrwcr4
    Posted at 02:19h, 01 settembre

    Title

    […]Every once inside a whilst we pick out blogs that we read. Listed beneath would be the most current web sites that we select […]

  • xdsffx4crta4rtxa34w
    Posted at 23:10h, 01 settembre

    Title

    […]Here are a number of the web pages we advocate for our visitors[…]

  • Birthday Squad Face Mask
    Posted at 13:36h, 05 settembre

    Title

    […]please go to the web sites we stick to, such as this one, as it represents our picks through the web[…]

  • brighton to london taxi
    Posted at 17:23h, 25 settembre

    Title

    […]please visit the internet sites we comply with, like this one, as it represents our picks from the web[…]

  • airport pick up
    Posted at 19:15h, 25 settembre

    Title

    […]check beneath, are some completely unrelated web sites to ours, on the other hand, they are most trustworthy sources that we use[…]