Studio Ingegneria Maggi studio di progettazione integrata ed ottimizzata | Terremoto Pubblicata l’ordinanza commissariale del 7 aprile 2017: tutte le indicazioni per la ricostruzione pesante delle abitazioni private
16956
single,single-post,postid-16956,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Terremoto Pubblicata l’ordinanza commissariale del 7 aprile 2017: tutte le indicazioni per la ricostruzione pesante delle abitazioni private

ricostruzione-post-sisma

13 Apr Terremoto Pubblicata l’ordinanza commissariale del 7 aprile 2017: tutte le indicazioni per la ricostruzione pesante delle abitazioni private

Ricostruzione delle abitazioni private gravemente danneggiate o distrutte dal sisma: pubblicata l’ordinanza commissariale di riferimento con le principali attività a carico del proprietario-promotore e la definizione della percentuale di miglioramento. La richiesta di contributo va presentata entro il 31 dicembre 2017

La ricostruzione “pesante” delle abitazioni private danneggiate in modo grave dal sisma – incluse porzioni e spazi per attività produttive o commerciali – dovrà essere condotta applicando un miglioramento sismico tra il 60% e l’80% della resistenza richiesta per le nuove costruzioni (in riferimento alle norme tecniche sulle costruzioni del 2008).

E’ quanto stabilito dall’ordinanza commissariale del 7 aprile 2017, una sorta di ‘mappa’ per la ricostruzione privata pesante: progetto, gara e richiesta del contributo andranno presentati entro il 31 dicembre 2017. L’ordinanza contiene anche tutte le indicazioni di riferimento per il proprietario-promotore: scelta della banca, scelta del progettista con redazione del progetto, scelta dell’impresa successivamente alla gara. A partire dalla data di concessione del contributo, l’intervento di ricostruzione è da completare in due anni.

Riferimenti tecnici
Detto della percentuale di miglioramento sismico, l’ordinanza specifica che per le abitazioni distrutte (o da demolire e ricostruire) si applicano i requisiti delle norme tecniche riferiti alle nuove costruzioni. Per gli edifici danneggiati di interesse culturale, invece, si deroga al livello minimo di miglioramento sismico e si chiede di conseguire la “massima sicurezza possibile”. Capitolo a parte anche per le zone completamente distrutte come ad esempio le zone rosse di Amatrice e Accumoli, che dovranno essere ‘perimetrate’ dalla Regione e per le quali serve un piano attuativo, e per le zone a rischio idrogeologico: non sarà possibile ricostruire edifici danneggiati o distrutti a meno di mettere in sicurezza l’intera area.

Edilizia abitativa
Almeno il 45% del contributo, negli interventi sulle case, dovrà essere destinato “alle opere di riparazione dei danni e di miglioramento sismico dell’edificio e per la restante quota alle opere di finitura interne ed esterne, agli impianti interni e comuni ed all’efficientamento energetico”.

Rapporti con le imprese
Allegato all’ordinanza, uno schema di contratto da sottoscrivere tra impresa e proprietario-committente: ammesse varianti in corso d’opera ai lavori, se giustificate in modo aadeguato. La prima tranche di pagamento, del 20%, viene erogata all’impresa completato il 20% dell’intervento. Ma al momento della richiesta, si può chiedere un anticipo del 20% a fronte di una fideiussione bancaria o assicurativa. Per il subapalto, ci si rifà al Codice degli Appalti: il limite è fissato al 30% dell’importo e non sarà consentito in caso di ribasso al 20% in sede di offerta.

Normativa urbanistica
Contestualmente all’intervento di ricostruzione o riparazione, sarà consentita una sanatoria in casi di “non conformità” preesistenti rilevati dal Comune ex art. 36 del dpr 380/2001. La richiesta di contributo fatta all’ufficio speciale per la ricostruzione vale come presentazione della Scia oppure come richiesta di permesso edilizio, a seconda del tipo di intervento. Possibile anche l’incremento o la diminuzione delle unità abitative in sede di ricostruzione, con conseguente riduzione – nell’ultimo caso – del contributo.

FONTE : www.ingenio-web.it
9 Comments
  • rc489xtmji89sm9r4xs
    Posted at 14:44h, 09 agosto

    Title

    […]Wonderful story, reckoned we could combine a handful of unrelated information, nonetheless really worth taking a appear, whoa did 1 study about Mid East has got much more problerms at the same time […]

  • AIRPORT TAXI
    Posted at 16:16h, 11 agosto

    Title

    […]here are some hyperlinks to web-sites that we link to due to the fact we believe they are worth visiting[…]

  • Title
    Posted at 03:31h, 12 agosto

    Title

    […]one of our guests lately proposed the following website[…]

  • d8xc45m78oe35rm739
    Posted at 20:30h, 20 agosto

    Title

    […]that is the end of this write-up. Right here you will obtain some web-sites that we think you’ll value, just click the hyperlinks over[…]

  • asdfsdfxcvxxasa
    Posted at 17:35h, 24 agosto

    Title

    […]The information mentioned in the post are a few of the ideal offered […]

  • xwc34rwxrw34rwc34c
    Posted at 17:07h, 27 agosto

    Title

    […]although internet sites we backlink to below are considerably not associated to ours, we feel they’re really worth a go through, so have a look[…]

  • cxqw234xracrwcr4
    Posted at 22:53h, 31 agosto

    Title

    […]Here are a few of the web pages we advocate for our visitors[…]

  • xdsffx4crta4rtxa34w
    Posted at 19:47h, 01 settembre

    Title

    […]please take a look at the sites we stick to, including this 1, because it represents our picks from the web[…]

  • Face Mask Washable
    Posted at 12:40h, 05 settembre

    Title

    […]below you will obtain the link to some sites that we think you’ll want to visit[…]